Salta al contenuto

Mercoledì 28 Settembre 2016

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Contenuti principali

CARICAMENTO PRATICA

Per poter caricare la pratica sulla piattaforma regionale, l’imprenditore dovrà aver cura di predisporre sul proprio computer tutta la documentazione digitale necessaria per la propria pratica (modulistica e relativi allegati), salvando i vari documenti nei soli formati PDF e DWF.

L’imprenditore dovrà quindi:

  • preliminarmente scaricare tutta la modulistica specifica di ogni attività, dal seguente indirizzo: www.sardegnaimpresa.eu, 
  • procedere alla firma dei singoli files, sia relativi alla modulistica che agli allegati, attraverso il proprio dispositivo di firma digitale. In mancanza di dispositivo di firma digitale, l’imprenditore potrà trasmettere la pratica per il tramite di un professionista/consulente o associazione, conferendogli una procura speciale attraverso l’apposito modello F15 presente sul portale regionale www.sardegnaimpresa.eu.
  • procedere al caricamento dei files firmati digitalmente sul portale regionale SUAP, generando una nuova pratica SUAP che avrà un proprio codice Univoco identificativo.

Accesso al Portale SardegnaSuap

Si dovrà quindi accedere al portale regionale secondo le istruzioni contenute nella sezioneAccreditamento diquesto sito.

Dati generali

La fase che seguirà sarà quella di individuazione della provincia e del comune territorialmente competenti alla gestione della pratica.

Dovrà quindi essere caricata la scheda contente i dati generali dell’intervento: ragione sociale, partita Iva descrizione dell’intervento; avendo cura di inserire ogni dato nel campo corrispondente, al fine della corretta impostazione della pratica. In particolare si raccomanda di inserire, nella descrizione dell’intervento, il nominativo dell’operatore SUAP che ha preistruito la pratica allo Sportello.

Verrà richiesta anche la compilazione della scheda anagrafica del soggetto intestatario della pratica (l’imprenditore) e degli eventuali soggetti collegati (tecnici, consulenti, procuratori speciali).

Si procederà, dunque, con la compilazione della scheda che riguarda l’ubicazione dell’intervento. Si raccomanda la massima accuratezza nell’inserimento delle informazioni inerenti l’immobile.

Modulistica

Nella scheda della modulistica dovranno essere inseriti i vari files dei modelli, precedentemente compilati e salvati  sul proprio computer, firmati digitalmente, avendo cura di inserire con precisione ogni file nel riquadro corrispondente (esempio: il file della DUAAP dentro il riquadro della DUAAP, il file del modello B1 dentro il riquadro del modello B1).

Il programma propone una serie di moduli nel primo riquadro, già collegati di default alla pratica. Elenca invece nel riquadro sottostante tutti gli altri moduli regionali, che, se selezionati e poi allegati, potranno essere aggiunti al primo riquadro e divenire parte della pratica. Allo stesso modo, possono essere selezionati, nel primo riquadro, tutti i files non necessari alla pratica, che verranno eliminati dall’elenco dei modelli allegati alla pratica.


Documenti allegati e formati ammessi

La stessa procedura dovrà essere seguita per la sezione documenti allegati, nella quale dovranno essere inseriti i files dei documenti che si intendono allegare alla pratica, diversi dalla modulistica (esempio: documenti di identità, planimetrie, relazioni tecniche, attestato di versamento dei diritti di segretaria).

Formato dei files:

  • files di testo, relazioni, documentazione fotografica, immagini o documenti acquisiti dal cartaceo: pdf
  • elaborati tecnici: dwf
  • files compressi: rar, zip, 7zip

Si rappresenta che i documenti dovranno poi essere firmati digitalmente, pertanto all’estensione di origine (pdf, dwf,rar, zip, 7zip) si aggiungerà quella della firma digitale: p7m.

Una volta completata la fase di caricamento dei files, il lavoro dovrà essere salvato attraverso il pulsante -salva/modifica-.

Il caricamento della pratica si deve concludere con il pulsante -salva- che si trova in fondo alla pagina dei dati generali, in modo da essere certi che il lavoro fino a quel momento compiuto non vada perso.

Va ricordato, ad ogni buon conto, che gli operatori SUAP sono a disposizione dell’utenza, sia allo sportello, negli orari e nei giorni di apertura al pubblico, che telefonicamente, per ogni ulteriore eventuale chiarimento dovesse essere necessario.


Per inviare una comunicazione al SUAP del Comune - Utilizzo dello strumento -Comunicazioni- sulla piattaforma regionale

Per inviare una comunicazione al SUAP del Comune di Cagliari tramite la piattaforma SardegnaImpresa - Invia la tua Pratica; dovrà essere compilata la maschera denominata -Comunicazioni legate alla pratica - Invia nuova- .

Dopo aver compilato almeno i dati obbligatori, contrassegnati da asterisco, l’utente dovrà allegare il file, o i files, preparati precedentemente e già firmati digitalmente, se richiesto.

Se utile, si rammenta anche che è possibile compilare il campo note e inserire un messaggio di accompagnamento ai documenti, rivolto al SUAP Cagliari.

Una volta terminato il caricamento si dovrà poi cliccare sul pulsante -salva-.

Tutte le comunicazioni vengono rapportate al punto di vista del SUAP, pertanto la direzione E (entrata) o U (uscita) è sempre rapportata al SUAP ricevente e non a chi invia la comunicazione.

Quindi una comunicazione che l’imprenditore traccia come in uscita, verrà effettivamente registrata in entrata.

Questa funzione può essere utilizzata senza limiti per:

  • Integrazioni e sostituzioni
  • Modello F3 per comunicazione di INIZIO LAVORI o FINE LAVORI
  • Documentazione e/o memorie di altro genere
Rightbar